Le ulcere iatrogene

  • da idrossiurea;
  • radiodermiti: dopo l’esposizione alle radiazioni, cute e sottocute non vengono ben irrorati e si atrofizzano per via secondaria. La pelle diventa sottile ed è saldamente collegata alle strutture sottostanti per la perdita del tessuto adiposo sottocutaneo; segue una fibrosi generale dei tessuti ed un danno cellulare diretto con alterazioni cromosomiche. I linfoedemi locali, una ialinizzazione crescente a spese delle fibre elastiche e le trombosi nelle arteriole e nelle vene portano, alla fine, a disturbi nutritivi locali e ad ulcere con cattiva tendenza alla guarigione.
  • da stravaso;
  • ...

Gallery

L'ulcera non nasce difficile ma lo può diventare, se mal curata